giovedì 1 agosto 2013

CREDERE NELL'IMPOSSIBILE.

Amo le mani tese. 
 Quante volte sto in silenzio per sentire cosa che mi manca. Quante volte sto con gli occhi chiusi per capire ciò che mi occorre per rendermi felice .
0000
 Quante volte guardo dritto negli occhi di chi sta peggio di me per trovare la soluzione ai miei pensieri. Quante volte con la mente seppellisco una parte di me tanto in profondità da dimenticarmi che esista!
0000
Quante volte ho amato chi non sapeva amare, è stato come sognare senza guardare il cielo e ricordarmi che esiste sempre una luce che brilla e che mi indica il cammino, chiunque io sia.
0000
 Quante volte ho creduto nell'impossibile per rendermi unica ma essere unica è davvero ...
...Impossibile.
Foto del 4-5-2013.
 Non possiamo  perdere l'unica cosa che ci  mantiene in vita  è la speranza .Una parola che, spesso, la trovo  con me  al mattino,e viene ferita nel corso della giornata e morire  all'imbrunire. Ma  è bello  vederla poi  risuscitare  con l'aurora. Non perdiamo la speranza, lottiamo finché è nelle nostre possibilità senza mollare mai. Perché quando poi vedremo  rischiarire il nostro cielo, potremmo dire "ce l'ho fatta anche oggi" e torneremo  , a sorridere al nostro mondo ,che per adesso ci sembra oscurarsi. Meglio se accendiamo una lampadina per dare più luce al cuore, piuttosto che maledire l'oscurità. 

10 commenti:

Lina-solopoesie ha detto...


Dove vive la poesia ci trovo le mie parole.Non mi reputo una poetessa ,ma una cercatrice di parole . La scrittura resta mentre la parola con il tempo può perdersi.Anche quando rileggendo quello scrivo mi deludono,io scrivo , scrivo ovunque e in qualunque momento avverto l'esigenza di mettere su carta i miei pensieri, e vederci meglio, tanto,basta che lascio aprire quello che ho dentro e poi tutto viene da se! E un modo per osservarmi in modo oggettivo e capire cosa va e cosa no e trovare le parole adatte.In fondo scrivere è comunicare e tutto quello che scrivo è sono dettate dal cuore. Fanno bene a me che le scrivo. E " forse" anche a chi fa loro i miei pensieri esprimendo ciò che provo .

Lina-solopoesie ha detto...

Ridiamo sempre perchè ridere non è solo contagioso , ma è anche una forma davvero meravigliosa nel Dare .Sorridiamo per ogni "grazie" che non riceviamo,per ogni mano che non ci viene tesa, per ogni abbraccio che ci viene negato. Sorridiamo ad ogni colpo che ci viene inflitto anche di fronte a chi in ogni modo tenta a terra il nostro coraggio e le nostre capacità, il sorriso è la pace fra i sentimenti e la ragione. Sorridiamo a chi ci volta le spalle quando piangiamo , ai falsi amici.Sorridiamo sempre, magari uno di questi giorni troviamo anche chi è capace di regalarlo a noi un sorriso.

Lina-solopoesie ha detto...

I più grandi dolori sono quelli di cui io stessa sono la causa .Quando sono al buio anche uno spiraglio di luce può sembrarmi sole. Quando ho il sole basta una nuvola anche passeggera ad offuscarlo.Ma sono proprio questi spiragli e nuvole che danno al mio cuore il senso della vita.Non metterò mai le nuvole davanti al sole di domani .Ascolterò il mio cuore , esso troverà tutte le risposte .

Lina-solopoesie ha detto...

A questo mondo non mi deve piacere solo il bello , il più bello di tutto è quello che mi da più gioie e soddisfazione E'quando la scienza e la ragione non mi possono più aiutare, solo una cosa può salvarmi...la mia coscienza. Perciò ho bisogno di un'ecologia dell'anima e imparo a non piangere quando tramonta il sole ,le lacrime mi impedirebbero di vedere il sole .

Lina-solopoesie ha detto...

Non possiamo perdere l'unica cosa che ci mantiene in vita ...la speranza.Una parola che, spesso, la trovo con me al mattino,e viene ferita nel corso della giornata e morire all'imbrunire . ma è bello poi vederla risuscitare con l'aurora. Non perdiamo la speranza lottiamo finché è nelle nostre possibilità senza mollare mai. Perché quando vedremo rischiarire il nostro cielo potremmo dire "ce l'ho fatta anche oggi" e torneremo di nuovo a sorridere al nostro mondo che per adesso ci sembra oscurarsi. Meglio se accendo una lampadina , piuttosto che maledire l'oscurità.

Lina-solopoesie ha detto...

Si perdo molto tempo a lamentarmi,raggiungo la noia totale nel cercare inutili credenze per continuare a vivere. Ma mi chiedo: Ma perché invece di stare qui a galla non mi tuffo in tutte in queste onde meravigliose?Certo ; c'è il rischio di affogare , ma a volte lo spettacolo a cui sono di fronte, non supera tutto il resto?A volte mi basterebbe avere il coraggio di seguire solo il mio cuore per essere davvero felice .La vera ricchezza è in me ed il mio sorriso ne esprime il valore .

Lina-solopoesie ha detto...

.con un dolce filo invisibile d'amore vorrei cullare tutti quelli a cui mi vogliono bene e a quelli che amo e quelli che soffrono per cullarmi con loro sulle onde che scuotono...ma onde dolci per me e per tutti. considero importanti anche quelle piccolissime cose come un fiore o un granello di sabbia ,non c'è differenza fra il piccolo e il grande visto che tutto è fatto della stessa materia.

Lina-solopoesie ha detto...

Non lascio che qualche piccolo timore mi porti fuori strada.Mi concentro sull'obbiettivo, non sulle difficoltà. Nella vita gli ostacoli non mancano mai , c'è chi va avanti i e altri che mollano. Io non sarò mai una di quella che si arrende, troverò sempre la forza di non arrendermi mai!

Lina-solopoesie ha detto...

Non importa quante volte siamo caduti , quello che conta che abbiamo sempre saputo rialzarci . La vita non deve farci paura , le sue difficoltà nemmeno. Non amiamo rassegnarci , impariamo bene a lottare e restare in piedi!La vita è come un gioco, dobbiamo saper rischiare, e mettere in conto che possiamo anche perdere.

Lina-solopoesie ha detto...

La scatola dei ricordi .
Ora che dall'alto dei miei "anta " belli o brutti che siano, fanno parte di me, hanno contribuito fortemente a costruire la mia vita ed è anche grazie a loro se oggi posso avere più sicurezza e maggior saggezza.La mia scatola dei ricordi, ma nonostante tutto la apro spesso , questa scatola,non so se riuscirò mai a trovare un lucchetto cosi forte da non riaprirla più ,una volta per tutte o anche semplicemente aprirla senza versare almeno una piccolissima lacrimuccia di nostalgia, tenerezza, rabbia.Ma in fondo ...infondo, molti frutti che io ho raccolto nella mia vita non sarebbero potuti crescere senza... IL MIO PIANTO.