giovedì 13 febbraio 2014

TRA' LE MIE POESIE 43

IO  LINA :ASPIRANTE SCRITTRICE 
Felicemente gioiosa scrivo le mie emozioni .Per questo ho la presunzione di definirmi" Aspirante scrittrice" Quando sono felice di solito canto .
Quando sono triste scrivo . La tristezza che si nota in tutte i miei versi , è una condizione che si presta a considerazioni profonde e malinconiche
 è il cosiddetto "pianto del poeta". E quando mi domando se la mia è una vita felice, rispondo solo che mi piace. La felicità non esiste è una 
condizione totalizzante che mi fa vivere in una nuvoletta dove esisto solo io . Ciò che mi rende felice, non mi apre al mondo, ma fa di me
 il mio mondo, per cui gli altri, le loro storie,
 la loro vita, hanno davvero poco peso.E' sicuramente dallo scrivere col cuore in mano che emerge la vera essenza di un poeta.Lina.Viglione. 
UN CIELO DA GUARDARE 
Credevo si potesse essere felice e ridere sempre.Credevo che avrei potuto emozionarmi sempre  anche per un gesto inaspettato. Credevo 
che si potesse sognare sempre fintanto che cera un cielo da guardare. Credevo che mi avrei potuto fidare sempre dei segnali del mio 
cuore.Credevo che avrei potuto imparare da quelli nuovamente...credevo a tutto questo perché in qualcosa dovevo pur ...credere.Lina.Viglione .
LO SPETTACOLO DELLA VITA 
Non piango alla prima disfatta. Raccolgo i cocci e rendo intero tutto ciò che nella mia vita è ancora riparabile  e prendo la vita come fosse un
 grande spettacolo, dove il mio compito è quello di ballare, ma già so che se inciampo e cado , ci saranno sempre qualcuno che riderà di me
 e dirà che non valgo molto, ma ci saranno tante altre che si alzeranno dalla sedia per tendermi la mano in modo che io possa rialzarti. E questo mi ...basta .Lina.V.
I COMPITI DELLA VITA 
Nella vita abbiamo tutti un compito, anche se piccolissimo, anche se ci sembra insignificante ma lo abbiamo, perché noi siamo nati per portare
 un qualcosa. Non esiste ne inferno né paradiso, esiste l'essere e noi lo siamo. È difficile da spiegare ma bisogna vivere per arrivare
 al sapere. Io finché potrò vivrò per affrontare la mia più grande avventura "il non vivere più nell'essere" poi mi trasformerò in una  nuvola rosa e  porterò un pizzico di serenità dove deciderò di andare.Lina.V. 
 IL SEME DELL'AMORE 
Con le persone più affini a me non ho bisogno di molte parole per essere capita . A volte un sguardo o un sorriso sono sufficienti per capirci. 
Con alcune persone invece posso parlare ore e ore , ma non capiranno mai ciò che cerco di spiegare.Ma questa consapevolezza nulla toglie 
che quando decidono di andarsene mi lasciano un grande vuoto .Disse un saggio:Dai semi dell'odio non nasce nulla di buono, dal seme dell'amore nasce un mondo migliore.Lina.V.
COMBATTO CON IL CUORE 
Posso vivere  un istante ed essere eterna. posso  vivere una vita e non essere mai vissuta.I rimpianti non servono a niente,  abbandonarmi
  a essi vuol dire perdere tempo presente per un passato che non mi  appartiene più .E ancora combatto per me - per me, per questo sole
 - per questa aria-  per un refolo di vento che sfiora il mio viso . Combatto con il cuore che batte all'impazzata dal terrore che si ferma  d'un tratto.
 Combatto perchè  non tutto è finito, c'è tempo  e c'è  ancora la vita . Se  lotto con cuore deciso vingo la notte e la sfido . Combatto con tutto lo spirito che in me per trasformarlo  in pura energia e in vastità di pensiero. Lina.V.
IL TELECOMANDO DEL CUORE 
La vita può essere intesa come un gioco dove ognuno ha le sue carte con un immagine a piacere . Esistono il cuore, i sensi, gli odori, e la testa al 
posto di comando e saper giocare  magari con eleganza- mistero e  correttezza - e  con un  pizzico di magia che esalti una complicità e  dà calore
 al nostro essere, svelando in realtà la nostra vera personalità- i nostri limiti e scoprire ciò che pensiamo e che apprezziamo  nella  vita tutto . 
Ma l’unico vestito che dobbiamo indossare è quello della nostra stessa pelle, la nostra essenza, quella che ci sentiamo meglio addosso, e che ci permette di essere noi stessi .Lina.V. 
L'ESSENZA DELLA VITA
 Viene la sera e viene la notte , momento di riflessione sul cammino della vita. Non accenderò nessuna candela questa sera ,ma lascio che
 le stelle siano il mio varco di luce nel buio. Ogni cosa acquista un senso se la guardo con occhi differenti. Stesa su un prato al chiarore di 
luna ancor di più potrò assaporare l'essenza di questa vita.Dove anche la cosa più impossibile si può  raggiungere e  con un po' di fantasia... posso averla mia.Lina.V. 
PENSO E RIPENSO 
 Penso a tutte le cose che ho fatto nella vita. Penso a tutte le cose che ancora non ho fatto. Penso a quelle che avrei potuto fare , ed infine
 penso a quante altre ce ne saranno che nemmeno mi vengono in mente.E ora ditemi : come posso dire che la vita sia monotona per me ? Lina.Viglione .
 IL CASO NON ESISTE 
amo sentirmi piccola-.piccola quando chiudo gli occhi perdendomi nell'immensità della vita.Per quanto io possa credere di avere il controllo 
 sulla  vita  devo sempre ricordarmi che niente succede per caso .Il caso non esiste, ma è il caso stesso che controlla la mia vita rendendola 
"vita"degna di essere vissuta.Quindi , da oggi vivo intensamente e  ogni  giorno che verrà  sarà un giorno da "vivere tutto per me . Meglio se ne approfitto!Lina.Viglione.


1 commento:

Lina-solopoesie ha detto...

Ogni dolore nella nostra vita e' una battaglia da combattere;Ogni gioia, una battaglia vinta da festeggiare con trionfo.Il piu' grande dono e' essere consapevole che non si puo' sempre vincere;perdere una battaglia non significa aver perso la guerra,ma saper accettare la sconfitta, patire con serenita' il dolore delle ferite e la solitudine della perdita,senza mai smettere di pensare di aver lottato per qualcosa in cui si e' creduto.Solo cosi' si riesce a riacquistare le forze necessarie per affrontare nuove battaglie.Lina.V.