domenica 17 maggio 2009

LA NOSTRA BAMBINA INTERIORE

UNA LETTERA A ME STESSA .
 Ricordati Lina che i ricordi sono quelli che noi siamo oggi. Rimangono sempre nella nostra memoria, vivono dentro di noi, sono mattoni senza identità. A volte i ricordi che ripercorriamo sono felici a volte ci ci fanno stare male. ma fanno parte di noi .
****
 Nei momenti di difficoltà mi dico:Come vorrei essere rimasta bambina , ma è solo una scusa per fuggire ai problemi quotidiani ,ma se si rimane bambini non si potrà mai tramandare ciò che abbiamo imparato e far si che qualcuno non soffra come noi. 
****
Una persona quando cresce non smette mai di abbandonare la sua bambina interiore ,perche' i bambini sono gli unici a non costruire muri e barriere, e non chiudono con cancelli di ferro stanze e corridoi del loro cuore, perche' piu' si cresce e piu' si acquista consapevolezza, a patto di non perdere la purezza e l'apparente ingenuità ' che tutti i bambini inesperti del mondo hanno.
 Quando si smarrisce la voglia e la curiosità e si nascondono insicurezze e bisogno di affetto, e si perde il piacere del pianto.
****
 A volte pesano questi ricordi meglio non rinvangarli. Ricordiamo Piccoli e grandi martiri conquistatori di ogni piccola e grande cosa che ci fa vivere meglio .Ricordiamo Perché dimenticare vorrebbe dire che non abbiamo vissuto .Ricordiamo per la storia,e per noi. Ricordiamo perché i ricordi siano i presupposti per costruire il  futuro migliore noi e per
I nostri figli .

SOGNI DI BAMBINA.
Ho passato la vita ad ammirare il cielo, alzavo gli occhi verso di lui, immobile nei miei pensieri, nelle mie speranze, nelle mie fantasie.
***
Da bambina mi dissero che quello era il posto dove vivono i sogni. Da grande mi chiedono ancora perché lo fisso incessantemente come prima.
***
Io rispondo:Perché spero di raggiungerlo per riprendermi i miei sogni di bambina .Mai smettere di sognare perchè in fondo muore  solo chi ha smesso di sognare!
***
 Ho costruito il mio aquilone, ora aspetto il vento per vederlo volare in cielo .
SO CHE PRESTO ARRIVERA' 


La vita è simile a un fiore . I fiori nascono fra i rovi e cercano un raggio di sole facendo un percorso incredibile tra le spine. Anche noi quanti sforzi compiamo per vivere, quasi a rubare la luce, una luce che ci spetta di diritto .
***
Ma la vita non è una pena o punizione del Creatore, è un dono a cui nessuno può sottrarsi di ricevere, accade che:una folata di vento stacca le foglie secche e le trascina per strada, quelle che ci hanno fatto ombra un' estate, quelle di cui non ce ne siamo mai accorti; ora sono giù,
***
 svolazzano qua e là in un vortice, sembra sia l'ultimo atto di una danza, invece è l'inizio di un volo che trasporta lontano le tristezze e malinconie. Basta poco per invaderci e farci sorridere , farci prendere dal piacere di vivere e di sentirci felici e Amati .
 ***
Allora sorridiamo Sorridiamo senza una ragione come se fossimo bambini, la vita va vissuta così . La vita è come una scatola di cioccolatini, non sappiamo mai mai quale ci può capitare .
**
Ma proprio per questo è ancora più emozionante aprire la scatola. La vita è sempre un meraviglioso miracolo! è sempre piena di mille sorprese e Viverla è la sorpresa...
 PIU' BELLA DEL MONDO .
RIDATEMI I MIEI SOGNI 
I miei sogni sono lassù ,in alto ,in mezzo alle stelle o laggiù nel profondo del mare dove stanno delfini e sirene,o nel bosco con gli gnomi e le fate.Sono in un vecchia cassaforte di cui ho perduto la chiave.
***
I miei sogni hanno una musica dolce soave, ,cantano nel cuore , mi cullano per farmi dormire come se fossi ancora bambina .I miei sogni hanno assenze magiche .
***
Suoni melodiosi di usignoli, con violini e arpe, e un orchestra di angeli,ed io ci sto bene in questo mondo dove regna la pace in mezzo alle guerre ,di amici in mezzo ai nemici,di amori in mezzo all'odio. 
***
In alto!In alto! mi portano i sogni,lasciando orme indelebili dentro di me .Il mio unico dovere oggi?
E' SALVARE I MIEI SOGNI. 
LA VITA E UNA COMMEDIA 
Se la vita è una commedia,sicuramente e molto diversa dalla commedia che vediamo in teatro. Quando la commedia finisce , il sipario si abbassa e gli attori che hanno partecipato tornano alla loro vita di tutti i giorni .Si tolgono la maschera e ne indossano un' altra e si da inizio a un'altra commedia che si chiama vita.
***
E così anche noi diventiamo attori anche noi recitiamo delle parti che a volte non hanno nulla a che vedere con ciò che siamo e vorremmo vivere diversamente, fingiamo pur di non far vedere chi siamo, e andiamo avanti - scena dopo scena ,seguendo la scia per paura delle nostre fragilità.
***
Poi improvvisamente ci accorgiamo che quello che stiamo vivendo non ci piace - stiamo recitando una parte che non vorremmo più portare avanti per cambiare qualche scena per noi o per noi 
****
.Raccogliere i vari pezzettini del nostro puzzle che dobbiamo ricomporre e tirare fuori tutto il coraggio per combattere, con le unghie e con i denti e andiamo avanti, aggrappandoci ad ogni cosa che che possa cambiare la trama di questa commedia.
***
Ma in realtà non accettiamo la sfida che ci viene imposta dalla vita, e continuiamo con il nostro destino che vuole prendersi gioco di noi .Io ho giocato per non perdere ma mai per vincere .
Il finale l'ho stabilito io ma anche la vita che me lo ha imposto. 
***
Ora felice mi arrendo non voglio più combattere , e so che nessun nessun'altra recita devo più fare. Nessun'altra parte devo interpretare.
**
 Ora la mia vita è tornata nelle mie mani e vicino al palcoscenico della mia vita- per recitare una parte vera e nobile quella scelta da me di moglie di madre e di nonna, tutto il resto...
ORMAI NON HA NESSUNA IMPORTANZA.
Lina Viglione 
UN MONDO DI FANTASIA .
Scrive un esperto: L’uomo è nato per creare. La vocazione umana è quella di immaginare, inventare, osare nuove imprese.La cultura non è possedere un magazzino ben fornito di notizie, ma è la capacità che la nostra mente ha di comprendere la vita, il posto che vi teniamo, i nostri rapporti con gli altri uomini...
***
Ha cultura chi ha coscienza di sé e del tutto, chi sente la relazione con tutti gli altri esseri. Cosicché essere colto, essere filosofo lo può chiunque voglia. Noi viviamo in un mondo di fantasia. Io lo so perché sono in uno di quei mondi, e in effetti raramente...
 MI ARRIVA LA POSTA LAGGIU'.
IL PREMIO DELLA VITA 
Un vero fallimento nella  vita non porta il nome di qualcun altro, ma il nostro . Non piangiamo  se qualche traguardo non   raggiunto,quello non è un fallimento.
***
 Se non accettiamo  di perdere, non possiamo  vincere.Il vero fallimento è quando non ci rialziamo e non  ci riproviamo. Il successo arriva per ciò che sono  disposti  a fare per raggiungerlo .
***
 Se vinciamo verremo  premiati,se perdiamo e accettiamo la sconfitta saremo premiati dalla vita .A volte un vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato. Se non seguiamo i nostri sogni  qualcuno ci  costringerà a seguire i suoi ...

1 commento:

Lina-solopoesie ha detto...

IL PASSATO NON TORNA .
Non so se fa bene a rievocare il passato .Ci sono storie che la memoria dovrebbe lasciar morire in fondo ad un cassetto.Quando i ricordi depurati dal disincanto svelano il loro vero volto,inizia la vera lotta tra la saggezza e la rabbia.Solo nella comprensione delle ferite che gli altri riescono ad infliggerci riusciam capire i nostri limiti e i nostri punti deboli. Perché di questo si tratta, imparare con l'aiuto , spesso inconsapevole, degli altri a migliorare noi stessi. Di fronte a critiche, atteggiamenti e parole che ci fanno male, fermiamoci a pensare al perché, sfruttiamo "l'occasione" per capire e diventare piu consapevoli di cosa muove le nostre sensazioni, le nostre emozioni.Quel dolore, non lasciamolo lì come spina nel fianco, o peggio, lì pronto a divorarci , ma facciamo in modo che diventi un nostro alleato...e poi chissà, potremmo anche ringraziare chi ci ha "regalato" questa occasione.