domenica 3 giugno 2012

PENSIERO

PENSIERO
I miei pensieri sono come una pianta battuta dal vento,che feroce si ostinano a tenersi le foglie, Anch'io come loro resisto ,chino il capo alle percosse del vento e resto sola con i miei pensieri .
***
 Esile, nuda e portatrice di tenere foglie,tante volte, nella vita ,mi è bastato aggrapparmi  anche a un solo "ramo" e così che non sono andata mai alla deriva.Ma io resisto chino il capo alle percosse del vento , e  resto sola 
con te pensiero .
Lina Giugno 2013 
Non esistono persone " perfette" E neppure io lo sono . Posso solo rendere migliore ciò che sono, o vero schietta e sincera,Dico sempre come la pensa.Anche se lo faccio nel pieno rispetto di ogni persona.Ho una coscienza per i rimorsi e i rimpianti. Ho un cuore per amare e soffrire. Ho un orgoglio per vincere le delusioni della vita . Ma devo forzarmi a seguire il cammino che penso e quello giusto per me, non sempre il cuore mi mostra la strada giusta, a volte è solo malato e mi fa pensare a quel che avevo senza farmi vivere il presente, è una malattia, no! devo essere brava a decifrare ciò che di puro è in me .Ogni attimo di felicità che la vita mi mi riserva cento di ....
  LACRIME E TORMENTI .  
LA  STAZIONE DELLA VITA 
La vita e come prendere un treno . Noi andiamo alla  stazione è cerchiamo   un binario da percorrere . Le stazioni su quel binario sono le tappe della vita stessa. Noi possiamo  scegliere di restare sempre alla prima stazione perché ci  soddisfa, senza rischiare di andare in quella successiva che potrebbe essere peggiore e non migliore.
***
Ma se dobbiamo  restare una vita intera nella stessa stazione perché ci  soddisfa questo sarebbe vivere?  No! vivere è  percorrere questo binario fino a che avremo voglia  di percorrerlo, sapendo che non si arriverà mai alla fine, ma solo alla stazione successiva.
***
Non è vivere  così, dove ogni  giorno è uguale all'altro, dove non ci  sarà mai un un giorno che   possiamo  regalarci un sorriso vero. Quel tratto di binario tra una stazione all'altra rappresenta la nostra  volontà di cambiare in meglio, anche se sappiamo  che non sempre ci riusciremo...
***
  e così ci  spostiamo  da una bella stazione, a una stazioncina di periferia malconcia. Percorrendo il binario ci  prendiamo  un rischio; ma è percorrendo quel il binario... 
CHE IO VIVIAMO DAVVERO .
Lina Viglione
LE VIE DELLL'ESISTENZA. 
Non voglio vivere semplicemente, voglio dipingere la mia esistenza, suonando ogni nota come se fosse l'ultima, dispiegarmi cantando e danzando ,mentre percorro le vie della mia esistenza senza esitare, senza stancarmi, ma soprattutto senza adattarmi a danzare sulle note dipinte da altri.
Vivere è diverso da esistere. Come paradiso è diverso da inferno e cielo è diverso da terra. Vivo, amo, sorrido. E soprattutto voglio riempire la mia esistenza di persone e fatti per i quali...
VALE LA PENA DI VIVERE .
Lina Viglione 

 CREDERE NELLA FORTUNA ?    
È solo il nome che diamo al caso quando sembra appoggiarci . Ovvero  è un termine pubblico  barbaro che indica il potere casuale  che ha una  una persona nel fare qualcosa che non ne era in ogni caso  capace. 
***
Certamente  non esiste quella signora bendata che raffiguravano  gli antichi. E non esiste nemmeno  un’entità a se stante, capace di scelte , di stime e  di antipatie, che possiamo qualificare come fortuna.
***
 Non più di quanto sussiste la gloria in sé o lo splendore in sé, salvo che come oponioni . E ormai nessuno crede più che le nozioni  esistano al di fuori della mente degli uomini. 
***
Se la fortuna è un buon concetto, se ne può tentare una descrizione , restanti  tuttavia lontani da miti mitologie e preconcetti . 
***
Restando  cioè convinti che non esiste la signora bendata che ogni tanto bacia qualcuno dando luogo a una vincita della  lotteria. 
La  casuale  per la quale si riscontra una meteora, per esempio la pioggia, è del tutto ignota ai più.
***
 Dunque il fatto che piova un giovedì  mentre voleva andare al mare proprio quel giorno  è considerato sfortuna. In verità , più che di sfortuna, si tratta qui ignorantaggine . 

Il meteorologo , in possesso di questi  dati, avrebbe potuto avvertire: “possibilità di pioggia al ottanta  per cento”. Il che oltre tutto avrebbe lasciato  ancora un venti  per cento alla “fortuna” Cioè all' impossibile .
 Quindi solo gli uomini sciocchi  aspettano  il giorno fortunato. Ma ogni giorno è fortunato...
 MA PER CHI SA DARSI DA FARE .
 Lina Viglione .
 I RICORDI CI APPARTENGONO .
Io sono sono sempre  dalla parte del ricordare, poiché i ricordi sono qualche cosa che fa parte della nostra vita. Sono quella suddetta  cosa di cui non ci libereremo mai, neppure a volerlo.
 ***
La nostra mente ha già  predisposto  per dimenticare da sè, ovvero rimuovere, quei ricordi che per noi sono scarsamente importanti  sul prosecuzione  della nostra vita. 
Mentre i ricordi che ci  sono rimasti incisi , non possiamo  
***
scordarli , fanno parte della nostra  storia, fanno parte di noi .Ci sono dei giorni  che vorremmo cancellarli  perché a pensarci fanno davvero male, ma ricordiamoci  che ci hanno dato delle esperienze, ci hanno  imparato  qualcosa.
***
 La vita insegna sempre e non si smette mai di apprendere .A volte vorremo  un momento della nostra  vita che vorremo  dimenticare, ma non facciamolo , anzi penso  che non ci riusciremo neanche perché nei limiti del possibile non è umanamente facile .
 ***
Dimenticare è terribile e, perché sarebbe come cancellare una parte di noi e questo ci t cambierebbe totalmente.Ricordando i giorni di tristezza, i ricordi ci  inseguono.Ricordando i giorni di gioia. Siamo noi ...
CHE INSEGUIAMO I RICORDI .
 Lina Viglione .
 RICORDARE E POSSIBILE 
Ricordare si! perchè il passato,benchè sia un campo  straniero,fa  in ogni caso parte di noi e,nel bene e nel male,ci ha tracciato .
***
Non sempre è gradevoli ,perchè i nostri problemi mai risolti derivano anche da quella parte  di vita che ci siamo lasciati alle spalle,ma è sempre più pacificamente e curativo ricordare ,anzichè rimuovere.
***
Le cose tolte  tornano sempre a galla sotto forma di altri  fastidi .Infatti,le persone che hanno problemi interiore sono sempre quelli  che hanno deciso di metterli nel dimenticatoio   e di non vivere il dolore legato ad un fatto ormai trascorso .
****
Per liberarsi di ogni sofferenza  è importante viverla. Di fatti ,quando si piange,ci si da libero sfogo al nostro  dolore !
***
Trattenere il pianto e ingoiare le lacrime per sciogliere il nodo  in gola che le precede serve a ben  poco, perchè le lacrime tornerebbero  a battere alla porta  per essere liberate.
Lo stesso vale per il dolore,dobbiamo ...
SOPPORTATE PER LIBERARCENE .
 Lina Viglione .