sabato 18 ottobre 2014

PENSIERI IN LIBERTA'

I MIEI GIORNI.
LA LAMPADA DELL'AMORE.
IL LINGUAGGIO D'ANIMA.
LA BELLEZZA DELLA VITA .
CORRERE NEL VENTO .
 I DONO DELLA VITA .
UN NUOVO GIORNO .
IL MONDO DEI BAMBINI 
UN TAPPETO DI FIORI .
SORRIDIAMO ALLA VITA .
 PENSIERO.....
LA PORTA DEL CUORE 
LA FIAMMA DELL'AMORE 
LA VITA VA VISSUTA .

3 commenti:

Lina-solopoesie ha detto...

I COLORE DELL'ANIMA
Quando scrivo una poesia non uso la mente , ascolto solo la voce del cuore. Ed è allora che le sue parole toccano la mia anima!Nel candido foglio bianco , dove non sono riuscita a scrivere, cerco i colori della mia anima e accarezzo gli gli spazi vuoti con i palpiti del cuore e ne sento le emozioni che nessuna penna potrà mai descrivere. In quel foglio foglio bianco c'è il detto e non detto se i miei occhi riusciranno a vedere oltre le parole i paesaggi della mia anima.Lina.V

Lina-solopoesie ha detto...

SAGGI PENSIERI .
Ci hanno dato il cuore e ci hanno detto Ama.Ma non ci hanno detto che con gli occhi avremmo pianto e col cuore Avremmo sofferto. Teniamoci stretti i nostri pezzi di ricordi. Non importa dove ci siamo fermati in quale momento della vita ci siamo stancati ,quello che importa è che sempre possibile "Ricominciare"Quando siamo tristi e non riusciamo a sorridere :Guarda me dice l'albero, nemmeno per me la vita è facile .La vita non è facile! La vita non è difficile .Così sussurra l'albero nella sera, quando abbiamo paura dei nostri pensieri infantili. Gli alberi hanno pensieri duraturi, di lungo respiro, tranquilli,come hanno una vita più lunga della nostra.Sono più saggi e possono confortarci. Ci hanno dato gli occhi e ci hanno detto guarda :Non siamo mai soli e anche un albero può Tenerci compagnia!Lina Viglione .

Lina-solopoesie ha detto...

LE PORTE DELLA NOSTRA VITA
La vita è un insieme di porte chiuse, ma non chiuse a chiave, porte da spingere. Ce chi bussa chiedendo permesso…e chi irrompe con prepotenza. Quando entriamo nella vita di una persona e come se aprissimo una porta, e non una porta qualsiasi, ma la porta della nostra vita. Ma nessuno mai si pulisce le scarpe, nessuno mai entra scalzo. Quando si entra nella vita delle persone, entriamo con tutte le scarpe piene di fango, e poco importa se tu eri già lì…che stavi facendo pulizia, che stavi mettendo apposto le tue stanze. Io la vita me la immagino cosi, un tre locali con la porta d’entrata sempre aperta. Quando qualcuno apre la porta della nostra vita, c’è sempre la stanza più grande, quella dell’amicizia, quella con tante sedie, e molta luce, quella stanza che ogni giorno va spolverata, tirata a lucido, la stanza del dialogo, della comprensione, la stanza dei quadri appesi al muro, dove c’è il passato è il presente, dove c’è la tua vita raccontata nelle immagini di un tempo lontano, la stanza dell’accoglienza. Ma quando a qualcuno gli apriamo quella porta, prima o poi dovrà visitare anche il resto dei tre locali, e allora apriamo le nostre porte. E non diciamo mai all’amicizia “ Scusa puoi toglierti le scarpe?” Qui c’è la stanza dell’amore…Mai. E la porta dell’amore non è mai come le altre, fa fatica ad aprirsi, striscia, e il rumore è sempre il cigolio di una vecchia porta, chiusa da molto tempo. Il suo interno è dai colori sbiaditi, qualche colore acceso per ricordasi che l’amore un tempo era passato da qui, è la stanza dei ricordi, della nostalgia, della rabbia. Chi entra nella nostra vita non si ferma mai, e anche se vogliamo fargli sbagliare strada prima o poi le stanze del tuo cuore deve visitarle tutte. La curiosità, l’affezionarsi, il bene che comincia a provare, spinge sempre a voler aprire tutte le porte, e quando apri la porta della delusione te ne accorgi subito, e senza chiave e sempre semi aperta, e la sua stanza è dalle pareti bianche è grigie, senza emozioni, dove sono accatastati uno sopra l’altro tutti i tuoi momenti, e la stanza del disordine, della riflessione, la stanza dove si vive la maggior parte del nostro tempo. La vita può essere anche un tre locali con le sue stanze e le sue porte, ma bisogna ricordarsi sempre che in quello spazio bisogna trovare un angolo per costruirsi una stanza in più, piccola come uno sgabuzzino, buia e chiusa a chiave. Una stanza dal nome speranza, custodirla con gelosia, dentro di te, dove nessuno può entrare, dove nessuno può aprire quella porta. Perchè chi entra nella nostra vita può anche toglierci tutto, può aprire pian piano qualsiasi porta e vederne ciò che c’è al suo interno. Può darci amore è amicizia, può deluderci con il tempo . Ma chi entra nella nostra vita nel bene e nel male, non ci toglierà mai la speranza. Mai.
Scritta da Shara Save Condivido il suo pensiero . Lina