martedì 28 ottobre 2014

PENSIERI IN LIBERTA'

OLTRE L'INFINITO 
LINA  L'ASSOLUTA 
LA SCUOLA DELLA VITA 
COLORIAMO IL MONDO .
IL MIO DESTINO .
VIVO OGNI ATTIMO 
SPETTANDO LA PRIMAVERA
IL CASTELLO DI SABBIA 
IERO OGGI E DOMANI.
LA VITA E' BELLA .
LA VITA E' MERAVIGLIOSA 
QUESTA SONO IO OGGI.
SOGNI RUBATI
VINCERE LA  SOLITUDINE 
 ASPETTANDO NATALE 2014 
BUON GIORNO A TE...GIORNO 
LE SALITE DELLA VITA 

3 commenti:

Lina-solopoesie ha detto...

VIVERE IN SPAZI VUOTI
Quando sono "felice " vorrei abbracciare il vento e ridere fin quando cado per terra per la felicità di vivere . Nonostante le sconfitte della vuta l'uomo è un animale sociale. La sua natura è vivere in comunità, quindi non troverebbe la felicità stando lontano dalla società civile e nel silenzio, in spazi "vuoti" L'assenza di contatti umani si farebbero sentire.Però è vero che la felicità parte dal trovare sè stessi.Non è il semplice rapporto con le persone a renderci felice, ma il rapportare tutto con noi e con altri. Se non troviamo e amiamo prima noi stessi che cosa rapportiamo con gli altri? Ci sono dei giorni sembra che tutto ci vada bene in cui la vita sembra sorriderci .Quei momenti sono fondamentali perché ci danno I'energia necessaria,per proseguire il cammino.Alcune persone approfittano pienamente delle piccole gioie della vita mentre altri non riescono ad assaporare quei momenti preziosi, ed altre non li notano nemmeno. E per questo bisogna saper apprezzare le piccole gioie della vita per essere felice. .Viglione

Lina-solopoesie ha detto...

Il Lina .Sono una persona perseverante,con un grande sforzo, passo dalla tristezza alla felicità, dallo sconforto al coraggio, in modo che faccio diventere le mie giornate una festa continua con coraggio e determinazione.E come dice un saggio:“Non importa quante volte si cade . Quello che conta è la velocità con cui ci rimettiamo in piedi. . Le mie ombre vivono e svaniscono, ciò che in me vivrà per sempre, ciò che in me conosce perché è la conoscenza stessa non è della vita fuggevole. Io che ero, io che sono è, che sarò, l'ora del quale non suonerà mai. Accetto il dolore della nascita.Come affrontarlo dipenda da me ,lo accetto , lo ignoro , lo elaboro. Ma il miglior modo per affrontarlo e ...conviverci . Il dolore a volte scava buchi nel cuore, ma dal quel buco fa passa solo lamore. E’ questo cio’ che ci salverà. Poichè Il dolore porta sempre con sè sempre un insegnamento . Non lasciamo che il dolore sia 'unico vincitore della nostra vita.E se ci viene da piangere facciamolo pure , poichè piangere e la vitù dei ...forti Lina

Lina-solopoesie ha detto...

I sogni, ci guardano da lassù dove noi non possiamo arrivare. Ma se sappiamo cogliere l'attimo e approfittare di quell'istante in cui l'arcobaleno si terge nel cielo,riusciamo con il pensiero a spingere quei sogni verso lassù e farli scivolare giù attraverso la sua dorsale colorata e attenderli a braccia aperte.Dicono che iI sogni sono tutti irraggiungibili,forse è vero,forse no.Ma se abbiamo la forza e l'autostima di noi stessi, tutto si può avere ,ma nei limiti delle nostre capacità. Volendo possiamo riuscirci cosi vedremo anche il mondo a colori.Aspettiamo che il vento li porti a noi,o meglio cerchiamo di afferrarli, quando sembrano stanchi di volare.A volte scendono anche quelli che sembrano irraggiungibili. Cerchiamo di avvicinarsi un po' a loro con l'augurio che a nessuno passi la voglia di sognare .Lina Viglione