lunedì 11 giugno 2012

PENSIERI NOTTURNI

[buona+notte.gif]
Pensieri notturni
Ore   quiete della notte,rapisci le mie sensazioni. Sopisci i miei tumulti .Stordisci le mie emozioni. Ma se puoi sospira alle mie speranze. Fa che io sia solo un soffio del vento trasportato leggiadro e incantato,sommerso dal pensiero 

e cosparso di vita ,mentre silente e sopita navigo con i pensieri tra ombre scure quasi da fuggiasca .Con l'armonia delle parole creo dipingo di ricordi dove vi sosta il cuore e 
LA MENTE DIVAGA .
IL TEMPO CI  APPARTIENE .
Non sprechiamo il nostro tempo, poichè è limitato. Prendiamolo per ascoltarci, per parlare o per restare in silenzio. 
***
Prendiamo il tempo, questo tempo che sfugge alla vita, ma solo per per amare, affinché ci dia  la tenerezza passata, e rendiamolo costruttivo e non distruttivo.
***
Non esiste il domani senza l'oggi, viviamo oggi se vogliamo assaporare il domani.Non cerchiamo di vivere l'impossibile, ma godiamoci il nostro possibile e ogni giorno rendiamolo speciale.
***
È nel cambiamento apprezziamo le cose nuove che prima temevamo che venissero solo per mettere confusione nella nostra vita.

Se non accettiamo le sfumature della vita, non viviamo, ma sopravviviamo che è ben diverso.
***
 Viviamo la nostra vita con degli precisi obiettivi, perché vivere alla giornata...
 SIAMO TUTTI CAPACE .

MAGICA LUNA 
Tu magica luna d'argento che mi porti lontano dolce e misteriosa. Stanotte chiacchiereremo insieme tra i sentieri nudi di un algido inverno.
*** 
Ti racconterò di me delle mie paure, delle mie speranze perdute ,dei miei sogni rubati alle clessidre della vita.
***
 Busserò alle sillabe dell'alba sorseggiando perle di rugiada ai rami della saggezza. 
***
Lascerò a te le mie vergini speranze prima che il sole dell'aurora porti via l'innocenza dei miei sogni di poeta e così potrà e il mio cuore gioire mentre il mio animo sentirò rifiorire.
***
Scrisse un saggio: La saggezza cessa di essere saggezza quando diventa troppo orgogliosa per 
***
piangere, troppo austera per ridere e troppo piena di se per vedere altro che se stessa.    La saggezza non è nulla se non...
 CONDUCE ALLA FELICITA'  

VIVERE  FELICI .
La Felicità è come una stella, possiamo vederla brillare ma non possiamo raggiungerla! 
***
Per vivere felice ci vogliono tanti motivi, ma per sentirci  felici , basta volerlo!   Ci basta poco , ma quel poco deve essere importante.
***
E pur sperando in qualcosa di meglio, non dimentichiamo  che già adesso stiamo  bene...

 ANCHE SENZA VOLERLO .
LE SCELTE DELLA VITA 
Siamo  sempre noi a decidere, su quale seggiola sederci , quale via  prendere. Quando fermarmi  e quando avviarci . Siamo sempre noi i personaggi  principali  della nostra  vita, che noi la viviamo   tranquilli , che  noi  la viva  rumoroso . 
****
Noi  unici responsabili  delle nostre  scelte. Saremo  sempre noi  che sceglieremo  di agire,  batterci , di rialzarti, di  ricominciare  nuovamente  invece di  piagnucolarci  addosso. Sceglieremo  sempre noi  anche sbagliando di andare verso il  destino.
***
 Perché saremo  sempre pronti  a non mollare mai.Scrive un saggio : Si  individuerà   in linea di massima che gli uomini che rimpiangono  continuamente  della loro cattiva sorte stanno solo abbracciando  le conseguenze della loro stessa pigrizia , o mancanza di applicazione.
 Si lamentano   perchè  le rose  hanno le spine .Io al contrario  sono felice ...
 CHE LE SPINE  ABBIANO LE ROSE .
 Lina Viglione 

SENSIBILE SI NASCE O SI DIVENTA? 
La sensibilità è una pregio ereditario . C'è chi nasce sensibile e chi no, dipende dalla persona. Molte persone mescolano le sensibilità con romanticismo ,quando capita quest'ultimo è quasi sempre sinonimo di cafonaggine scarsa profondità,o debolezza .
***
In verità il merito della sensibilità è la grandezza che hanno gli esseri umani per avvertire e capire lo stato d'animo degli altri e noi stessi .
***
Per capire bene l'importanza di questi talenti valore, dobbiamo ricordarci che forse ci sono stati degli anni nella nostra vita dove abbiamo cercato amore nella famiglia , affetto , un po di comprensione e magari non abbiamo mai trovato qualcuno che mostrasse interesse per le nostre necessità . ( Parlo del mio caso) 
***
Ma non per questo ci si deve isolare .La sensibilità ci aiuta scoprire negli altri a quel' "altro io " che pensa, sente e desidera un po del nostro aiuto .Essere sensibile va al di la ,oltre allo stato d'animo , è restare inerti a tutto quello che accade al nostro intorno, sentirsi spinti a sostenere o dare parte si se generosamente agli altri fa parte della sensibilità umana. 
***
La realtà è che molta gente predilige mostrarsi duri o insensibili, per non nuocersi in cose che qualificano come fuori della sua capacità . Tutte le sofferenze degli altri risultano fastidiose , pensando che ogni uno ha già suoi seri problemi come può preoccuparsi degli altrui.
Il disinteresse è il peggiore nemico della sensibilità. Tutto diverrebbe più facile se ci fosse un po di interesse verso le persone più bisognose .Da ogni parte si parla dei quesiti sociali ,sfiducia etc. 
La sensibilità ci fa divenire più riflessivi e compartecipanti , perché non è giusto osservare "il male" pensando di essere immuni o che ci sarà un altro più superiore di noi a risolvere i problemi,la risposta non c'è l'hanno neppure nelle religioni .
***
Con un criterio ben formato in noi , possiamo reagire in maniera favorevole di fronte ad ogni tipo di intoppi , con la certezza di fare il bene usando tutte le nostre bravure al servizio di ogni persona che ha bisogno di aiuto .
***
La sensibilità è una qualità del nostro carattere, ma il nostro modo di sussistere viene poi a fondo riformato dagli eventi .Grandi dolori possono rafforzarci o, al contrario,renderci insensibili e più friabili a ogni frustrazioni della vita .
***
Sta poi a noi non far primeggiare le nostre friabilità , a non alzare un muro per tutelarci e ad imparare a fidarci di più delle persone che ...
 UMILMENTE CI TENDONO LA MANO .
 Lina Viglione 
EBBENE SI ! IO SONO SENSIBILE 
Pertanto, per me, la sensibilità è un interruttore di sicurezza per evitare sfoghi troppo smisurati  che potrebbero abbattere  ogni specie poichè , se fossimo tutti sprezzanti  e senza ...
***
incertezze , penso  che già da un bel po  ogni essere umano avrebbe  commesso  il peggio che poteva per radere al suolo  ogni altro uomo, ed oggi non saremmo qui a chiederci  "da dove nasce la sensibilità?"
***
Senza nessun dubbio sensibili si nasce, si matura e si invecchia. E' un fatto  naturale che molti hanno , altri meno ed altri proprio non sanno neppure cosa sia. Essere eccessivamente sensibili non va bene, si rischia di farci diventare troppe paranoie, 
***
pensare  troppo anche su cose poco intelligente ,oppure quando ci si resta  male per una stupidaggine  serve ben poco .Tuttavia mi considero sensibile, ma non esageratamente sensibile...
 MA DICIAMO QUEL TANTO  CHE BASTA .
 Lina Viglione 

LA SENSIBILITA' E UN PATRIMONIO  
La sensibilità è parte essenziale  ed è un bene,è  un  patrimonio caratteriale e genetico . O si possiede dalla nascita, o è difficile che si manifesti e cresca durante l'accrescimento.
***
Poi con il tempo e le esperienze della vita la si potrebbe  anche rafforzare o indebolire, ma la base resta sempre quella. Io sono molto sensibile,emotiva ecc
***
Anche se chi crede di conoscermi non se ne accorgono perché riesco a nascondere bene questi  mia fragilità con l' allegria,e con un pò di  follia che mi appartiene, oppure mi chiudo a riccio quando mi trovo di fronte a chi mi attacca e non posso rispondergli.
***
Comunque,secondo me,ci si nasce   sensibile e insensibile.In linea di massima;diciamo la verità;noi donne siamo più ...
 SENSIBILI DEGLI UOMINI .
 Lina Viglione .

PREGIO O DIFETTO?
 Di certo io lo considero la mia sensibilità un  dono, però non sempre ben accetto. E' comprendermi  ogni pensiero, è dolermi   ad ogni passo della vita questo e il suo sentiero.
****
C'è chi soffre di un amicizia  che è finita   male ,mentre per altri  è soltanto una ferita; è  come dolersi di un amico che sta male mentre per gli  altri è qualcosa di normalissima .

Mentre io do  una mano a mi   chiede un aiuto mentre per gli altri pensano: "Ma chi se ne frega, se l'è voluto".Non so se sia un pregio o un difetto il mio ,ma se mi fa sentir migliore degli altri , questo questo è un ...
 DONO CHE IO ACCETTO.
 Lina Viglione .

1 commento:

Lina-solopoesie ha detto...

Prima di dormire mi faccio un bel riassunto mentale di tutti gli avvenimenti della giornata e se ci sono dei problemi che si sono creati durante la giornata, poi penso alle tante conseguenze,idem se non si tratta di problemi ma di qualcos'altro poi mi rasserono e poi penso a cosa posso migliorare di me stessa . Ha !!!se potessi dormire ..senza pensare! .