lunedì 7 marzo 2016

IL MARE

IL MIO MARE .
Il mare ritorna spesso nelle mie poesie ed anche per me esso ha vari significati, mi intriga il mistero dei suoi abissi,mi affascina 
***
l’azzurro molle della sua superficie, quell’azzurro sfumato quando riflette i colori del cielo, per non parlare del suono delle onde che mi avvolge nelle lunghe sere d’estate. 
***
Ma Il mare è tanto triste se è osservato da sola.Si finisce per perdersi in quell’onda che si infrange su di uno scoglio...
 INSIEME A L'ANIMA .
LE STRADE GIUSTE.
La vita ha un suo percorso e ha mille strade, quando troviamo una bella percorriamola lentamente, quando incontriamo una brutta corriamo ,
***
 perché il tempo passa e bisogna trovare una nuova strada che ci rende felice perché la vita è un attimo e se vogliamo viverla al meglio bisogna trovare...
 LE STRADE MIGLIORI .
ED  IO SCRIVO 
Scrivo prima per me stessa,  per cercare attraverso  le mie parole  di capire  il mio mondo personale .Anche se in questo mondo"virtuale"
***
il  solo piacere di scrivere, e voglio  sperare che poi altri  vogliono  beneficiare  di questa mia passione, e non sarò  mai  a  corto di parole se le corde della mia  anima 
***
verranno  attraversate dal vento giusto che le faranno vibrare .Scrivo ogni attimo che ho a disposizione e trovo spunti ovunque mi trovo. 
***
Non conosco le regole della grammatica e Più che altro scrivo i miei  pensieri e questo mi da il piacere di scrivere .
*****
Sentire  che nel mio cuore ci sono mille parole che vogliono uscire e che...
 CERCANO LA STRADA PER IL CIELO .

LA LUCE DELLA PRIMAVERA.
La strada del Paradiso è lunga, ma se siamo  consapevole di quella meta, la percorremmo in allegria.
***
E se  sappiamo   lasciare il gelido manto della vita, come  fa un fiore, che spunta dalla neve dopo esserne stato prigioniero, 
***
possiamo  vedere la luce della primavera, e  camminare sulla riva promessa, come un barcaiolo che dopo le fatiche del suo andare avanti e indietro torni...
 FELICE NELLA  SUA  CASA .

CERTI ...GIORNI.
Ieri il mio cielo era freddo e vuoto.Succede quando ho il cuore gonfio di tristezza e i pensieri migrano lontano .
***
oggi il cielo sembra di essere più alto, e nessuna traccia bianca di nuvola lo solca, e il sole sembra quasi disperso in mezzo a tutto quel turchese .
***
Ho preso un pezzetto di cielo e ogni tanto lo abbraccio con lo sguardo .In questo mio cielo ci sono pozze di turchese , tramonti rossi , qualche arcobaleno , uno stormo di rondini ed una manciata di stelle.
***
Ogni tanto un sorriso sfiora le mie labbra , ma sovente sono i miei pensieri che migrano lontano-lontano nell'ultimo pezzo del  cammino,
****
 quelle scaletta che conduce sul tetto da cui si vede il mondo o sul quale ci si può distendere a diventare una nuvola. 
***
Questo ultimo  pezzo va fatta da piedi . Io  io l'ho fatto...
A PIEDI E DA ...SOLA  .

  IL PIATTO DELLA BILANCIA. 
Le azioni di una vita intera, quelle buone e quelle negative, vanno tutte a finire sul piatto della bilancia,
***
 e alla fine, a seconda della pendenza di quest'ultima, si deciderà della destinazione dell'anima. L'anima non è altro che il riflesso delle nostre azioni.
***
Se noi desideriamo più amore nel mondo, creiamo  più amore nel nostro cuore, e se   vogliamo che la gente ci rispetti, dobbiamo noi rispettare gli altri per primo.
***
Questo principio va applicato in ogni cosa e  in ogni aspetto della vita, e la vita dopo  ci restituisce ciò che noi abbiamo dato ad essa.
***
La nostra Vita non è un insieme di coincidenze, ma  è...
 LO SPECCHIO DI NOI  STESSI.

LE SCELTE DELLA VITA .
Nella vita apprendiamo  tutto da noi . Noi decidiamo di sbagliare, di cadere e rialzarmi, piuttosto che non averci provato. Lottando conosciamo il nostro  valore i nostri  confini , e la voglia di vivere .
***
Non ci sono maestri  migliori di noi . Sono i nostri passi ad istruirci  come  camminare. Sono le nostre ruzzolate  a insegnarci come ci si rialza.
 Sono gli errori a darci l'esempio ed l'istruzione  su come si deve portare avanti la nostra vita . 
***
Abbiamo imparato a dare valore a ciò che abbiamo , prima che il tempo ci costringa a  rammaricarci di  quello che avevamo.
***
 È il dolore degli altri che ci sosterranno  a sorridere dei nostri problemi.Siamo noi stessi il nostro specchio. Quello che rivela  al mondo chi affettivamente  noi  siamo , senza fingere di essere ciò che vorremo essere .
***
Noi abbiamo in mano le redini della nostra vita e tutto avviene in riferimento alle scelte che noi facciamo , giuste o sbagliate che siano, è fondamentale che saremo sempre noi  a scegliere.

Abbiamo il pennello,abbiamo i colori per dipingere il nostro paradiso...
POI NON MI RESTA CHE ENTRARCI .
Lina Viglione 
LA VITA NON E'   FACILE 
 Perché la vita è difficile?  Ci sono  domande  senza risposta. Preciso "senza risposta" perché pure il me lo sono chiesta tante volte e non ho mai trovato una risposta concreta, che mi consentisse  di seguitare  ad andare avanti con la stessa fermezza che avevo prima.
***
Forse  la vita è faticosa  perché va "vissuta". Nel senso che c'è la necessità  di viverla in ogni singolo attimo , in un contesto  di gioia così come in un momento in cui ci verrebbe la voglia  di  annientarci .
*** 
hi non soffre, non può mai vivere. Ma chi non vive, non sa neppure perché un giorno morirà .Ecco perché, ci ispiriamo  ad un discorso di uno scultore asiatico , Kengiro Azuma, che la vita è un dono e che, anche nella più acuta  sofferenza, bisogna cercare di viverla, in quanto essa è qualche cosa di be e di puro, se non il più grande dono che ci sia mai stato donato . 
***
Tuttavia , come anche disse Peppino De Filippo gioia e dolore, tutto sommato, sono l'espressione della stessa cosa: " Fare piangere è meno faticoso che far ridere. Per questo, enfaticatamente parlando, predilige  il genere farsesco. 
***
Di certo che il dramma della nostra vita, di solito, si sottrarre  alla vista nel convulso di una finta risata, prodotta  da un'azione qualunque che a noi appare  comica.
***
 Sono più che convinta che molto  spesso nelle lacrime di una gioia si celino quelle del dolore. Allora l'opera  nasce e la farsa...
 LA BELLA FARSA SI COMPIE .
 Lina Viglione .
UNA VITA SERENA .
Non ci sono ricette in quanto ognuno di noi è diverso dall'altro . Essere sensibili non è una lacuna , può essere invece una carta trionfante  anche se oggi non ci  sembra così. 
***
Essere sensibile ci permette di capire noi stessi e gli altri e di poter avere rapporti appaganti con gli altri. Non dobbiamo neppure  fissarci sulla fragilità, ci sono  tante persone che si considerano  forti e invece davanti alle prime difficoltà scappano  è  mollano subito la presa. 
***
La forza non è esteriorità , si può essere forti in tanti modi come quando aiutiamo qualcuno  in difficoltà oppure quando davanti ad un intoppo  stringiamo i denti e andiamo avanti , anche se la paura è forte .Si  può dimostrare la nostra forza anche chiedendo aiuto quando ne abbiamo bisogno. 
***
Se la nostro paura ci  blocca o la nostra  percettibilità  a volte diventa un grande dilemma  ma sappiamo che possiamo  contare sull'aiuto a qualcuno .Una vita serena si crea  giorno per giorno, sfidando le proprie paure e facendo...
 UN PASSO ALLA VOLTA .
 Lina Viglione .

 SI NASCE CON LA PAURA .
Non si nasce senza  paura,se poi nel percorso della vita si ha un trauma e l'area del cervello che ispeziona l'emotività  viene compromesso e può venire a scarseggiare  la percezione della paura.
***
Disse un esperto che  avveniva un fatto  del genere a causa di un fatto riuscito male. Comunque  la paura fa parte di ogni essere umano , è una componente necessario, ad esempio che ci dice quanto possiamo reggere , quali sono i nostri limiti.
***
 Si necessita  della paura perchè ci avverte dei pericoli. Se non esistesse , l'uomo sarebbe destinato a perire perchè la paura avvisandoci ci  da un motivo  per reagire e quindi per sopravvivere. 
***
A dire il vero (nessuno escluso)ognuno avrà  sempre paura dell'isolamento  nella morte, ma più che mai  della ...
 SOFFERENZA FISICA NELLA VITA .
 Lina Viglione .
ONORIAMO LE PERSONE ANZIANE. 
Come sono cambiati i tempi .Oggi le persone  in età avanzate sono  poco ascoltate, sentono solo il bisogno di parlare con degli essere umani, cercando solo un pò di  calore naturale .
***
Gli anziani,sono delle persone davvero  meravigliose, hanno una risorsa di esperienza in più di grande valore  e non annoverarla  o mancar loro di rispetto è davvero imperdonabile.
***
Oggi sembra che  tra di loro non hanno più niente da narrare tanto che , anzi si disputa  per chi ha più anni, per chi sta più 
***
male. Riflettendoci bene rimangono  pochi trofei da vincere, ma alla  base c'è solamente  tanta solitudine.Gli anziani  sono persone fragili , deboli e con un piede sempre nella fossa.
***
 A loro modo  vorrebbero magari conquistarsi  la stima e  l' apprezzamento dei giovani in una società  poco sensibile   e senza istruzione e la partecipazione  nei confronti dei più' deboli, senza piu' il rispetto per  per coloro che in gioventù' hanno dato tanto per le creazione future.
***
Scrisse Papa Paolo Vi:“Dite ai giovani che il mondo esisteva già prima di loro, e ricordate ai vecchi che il mondo esisterà ...
ANCHE DOPO DI LORO ." 
 Lina Viglione 
 AMIAMO LE PERSONE  ANZIANE  .
A me fin da Bambina mi  sono sempre piaciute le persone più avanti con l'età perchè mi hanno sempre stimolata  saggezza e consapevolezza ,  mi piaceva stare a sentire  i loro discorsi.
*** 
Nella nostra società moderna non viene valutata  l'esperienza e il benessere interiore delle persone della terza o  quarta età , anche le città non sono edificate  in modo da facilitare chi non ha più le spedite come una volta  tempo.
*** 
Un semaforo che si spegne e si  riaccende rapidamente , e non è piacevole chiedere aiuto a un passante che ha difficoltà a attraversare la strada. Anche quando si va ad un spesso signore anziane di bassa statura o che si sono rimpicciolite negli anni devono per loro è inarrivabile.
 *** 
La cosa umiliante  che i giovani e i giovanissimi se non educati bene , non hanno riguardo per chi ha i capelli bianchi, li valutano come un oggetto ormai vecchio  e inservibile da rottamare. 
***
Non neppure idea di cosa si possa apprendere dai nonni o bisnonni. Io da bambina restavo estasiata a ascoltare i racconti dei miei nonni . C'è molta diversità  tra apprenderlo  nella storia e sentirla raccontarla da  chi l'ha provata in prima persona, risorse  inestimabile .
*** 
 Sarebbe molto utile da parte degli responsabili  locali dare l'eventualità  a questi anziani di trasmettere il lori apprendimento  alle nuove generazioni, gioverebbe ...
 AGLI UNI E AGLI ALTRI .
 Lina Viglione .

IL DOLORE DISTRUGGE . 
Quando si va avanti negli anni il dolore che ci si trafigge di continuo , è un dolore inutile, perché lo si ricerca liberamente ma la vita va avanti, il mondo va avanti eppure certe gente vogliono controllare il dolore per respingere il tempo che passa e per non beneficiare del presente, poi si trovarsi vecchi e immaturi...
***
perché il voler investigare il dolore per forza è solo un modo per cercare di fermare il tempo, per non accogliere la continuità, ma anzi per voler restare quello che si era senza farsi un bell'analisi di coscienza ed essere consapevole che la vita si modifica nel tempo.
***
Il nostro corpo è ormai cresciuto e anche invecchiato, ma caparbiamente ci ostiniamo a pensarla come nel passato e ovviamente si soffre.Questo dolore è inservibile e non ci porta a crescere , al contrario , a decrescere d'intensità e di esempi di persone così c'è ne ...
SAREBBERO DAVVERO TANTI. 
Lina Viglione .
Il mio blog in chat . 

Nessun commento: