venerdì 13 giugno 2014

POESIE

LO SPECCHIO DELLA VITA 
IL MIO TEMPO 
LE LOTTE DELLA VITA 
IL RACCOLTO DELLA VITA.
MAI...RUBERO'
IL GIARDINO DEL MIO CUORE 
BUON GIORNO A TE GIORNO 
SFIDARE IL DESTINO 
L'ABITO DELL'INDIFFERENZA .
PENSIERI VOLANTI 

4 commenti:

Lina-solopoesie ha detto...

IL CONFINE TRA' IL BENE E IL MALE
Con la fantasia Immagino la mia vita come un'immensa giostra nella quale vi sono tante "attrazioni"da provare . Finchè gira posso provarle tutte o alcune o limitarmi a guardare gli altri andare a giro.Non mi creo barriere o limiti, e non spaventarmi di provare gioie nuove, prima o poi "la giostra della vita"si fermerà e io non potrò più scegliere ed ogni occasione svanirà per sempre.Ecco!- A volte il confine fra il bene e il male è così sottile da confondersi - A volte mi sembra di ritrovarmi da una parte o dall'altra senza nemmeno accorgermene ed è proprio lì - in quella terra di nessuno che sono veramente me stessa, perché tutto fluisce naturalmente .Aspetterò una nuova alba che mi porti un nuovo giorno felice, triste- pazzo - malinconico - strano - E poi mi lascerà così come ho vissuto. Ma l'importante non è come l'ho vissuto questo giorno,perché non sempre è facile stare bene - ma l'importante è che lo visto nascere e morire, e che domani ce n'è sarà un altro! Lina.Viglione.

Lina-solopoesie ha detto...

PAGINE BIANCHE .
Ho ancora pagine bianche da riempire, attraverso versi e poesie,quelli che non ho mai scritto in nessun quaderno ,quelli che non mi hanno mai portato a consumare litri di inchiostro.Scrivere emozioni che non ho mai letto su nessun libro le emozioni che vengono fuori semplicemente perché create da un irripetibile momento magico. Emozioni che nascono quasi per caso e che arrivano come una pioggia o come un abbraccio. Come uno sguardo che si perde tra la folla,lo stesso sguardo che si ferma di fronte a due occhi diversi trovati tra tanti occhi vuoti e distanti. Quei gesti che non ho mai visto immortalati in nessuna fotografia , gesti che prendono vita spinti da un desiderio che prende forma come per dare un nuovo colore ad ogni cosa, che si materializzano dal mio cuore e scorrono fino alle me mani che scrivono parole rinchiuse in una carezza ,quelle parole tenute mute per troppo tempo come fossero chiuse in una cantina a prendere polvere nei pensieri per perdersi così dimenticate nel tempo ,emozioni che vorrei vedere liberi di poter vivere sotto i raggi del sole,riscaldati dal vento, illuminati dalla luce delle stelle." pace e serenità interiore al giorno d'oggi è un'utopia" Nei fogli che ancora sono rimasti bianchi scriver "sono felice per quel poco che ho .Lina.Viglione .

Lina-solopoesie ha detto...

L'ETERNITA' NELLE MANI
È inutile programmare la vita in ogni dettaglio. Tanto è il destino che avrà l'ultima parola. Nell'attimo in cui mi sentirò vincente afferro quel momento , e le risposte dipendono solo da me. In quel frammento di tempo sentirò l'eternità nelle mie mani , e solo allora capirò che sono più di quello che pensavo di essere, e che sto correndo incontro al mio destino. Lina.VIglione.

Lina-solopoesie ha detto...

LA PARTITA DELLA VITA .
La vita è una partita, da giocare. Volendo fare un paragone, credo che questa partita somigli al gioco degli scacchi. Ho un po' di infarinatura di questo gioco antico e nobile.La sua nobiltà risiede tutta nella mente e in questo gioco non vince ne la furbizia ne il caso..non a caso viene definita- la pietra dell'intelligenza- vince sempre la persona più intelligente. Gli avversari non possono nascondere nulla l'uno a l'altro, eppure, è il gioco più violento che esista, perchè la mente [Image]attenta e sveglia sa cogliere ogni mossa e ogni tranello dell'avversario. Guardando questo gioco mi viene spontaneo pensare che somiglia molto alla vita, se non siamo attenti, se la nostra mente non sa ben valutere quello che ci circonda per noi ci sarà lo scacco matto.Lo scacco matto del gioco si può sempre riparare con una rivincita, ma quando è la vita che ce lo da possiamo dire che realmente siamo perdenti?Non credo, credo che anche se la vita è una partita tutta da giocare, ma sul campo della vita nessuno di noi è ben preparato.Su questo immenso campo molte sono le trappole, perchè molte sono le menti e come si sa ogni mente è un universo e non è possibile esplorarlo tutto.Ma in questa impossibiltà ho trovato la mia staccionata dove ogni tanto mi ci appoggio, mi riposo e mi diletto a guardare la vita e i suoi controsensi.Credo che alla mia età qualche pensiero positivo la mia mente lo nutre, se poi non è cosi non lo so, ma mi piace credere che la mia partita con la vita in parte l'abbia vinta.Se poi mi dovessi sbagliare, fa nulla tanto il sole domani sorgerà lo...stesso.Lina.Viglione