mercoledì 20 agosto 2014

LA REGGIA DI CASERTA

PASSEGGIANDO NELLA REGGIA
AMO LE MANI 
LADRA DI STELLE .
CUORE DI DONNA .
VIVA LE DONNE 
TUTTO PASSA  NELLA VITA 
AFORISMI 
IL TRENO DELLA VITA 
LA MIA OMBRA 
 COME SONO OGGI 
VIVA LE DONNE 

5 commenti:

Lina-solopoesie ha detto...

Apro il mio alla solitudine, cammineremo insieme tenendoci per mano .Lei è la sola via che porta all'amore ,l'unica che fa risvegliare il mio cuore.Non guardo il mondo senza turbamenti, non penserei al suo odore ed ai suoi movimenti. Mi libero dalle false aspirazioni,e scopro in me le vere ambizioni.Che l'amore mi prende da dentro,e lentamente si avvicina per far centro.Non è un arciere con il suo grande arco,ma bensì una nave che attende l'imbarco. Non bado alle persone, penso solo alla pulsazione,a quel che in me produce reazione,e quando basta la sua visione per produrre attrazione. Fa accendere me l'amore universale per la vita come una tradizione.La mia unica religione,sola ed unica Destinazione piena di rispetto Lina Viglione

Lina-solopoesie ha detto...

E dire che non basta un'intera vita per scrivere le cinque parole di un verso poetico, che nella loro profondità scavano nel proprio dell'animo e in quello degli altri .Ed io non leggo le poesie degli altri per cercare nuove idee ma per illuminare ciò che già sò e attraverso le parole e i pensieri degli altri riesco a far luce su certi aspetti di me stessa calati nel profondo , invisibili ma già presenti nella mia mente. Da questa sensibilità nasce la "poesia " che non sarebbe tale se non toccasse le corde delle emozioni ,della inquietudini , e del rapporto col divino . La poesia è un rigurgito improvviso di parole che escono dal cuore senza che si riesce a fermarle, un fiotto improvviso di sensazioni tramutato in scrittura, di pensieri che escono insieme al respiro con dita che scivolano sulla tastiera, parole che scaturiscono come un fiume in piena.Ecco! Come nasce la " poesia" Non c'è un perchè c'è solo il bisogno di dire che nasce dal nostro "io".Io le scrivo di getto,Con una penna trasferisco su un foglio emozioni dettate dalla mia anima. L'importante e chi legge ciò che scrivo percepisce la parte più profonda ed intensa di me .Lina Viglione

Lina-solopoesie ha detto...

Anche la notte più lunga ha la sua alba .Ogni mattina apro il sipario su un nuovo giorno, per essere protagonista della vita e mai spettatrice. Abbandono le mie ansie e le mie paure e vivo pienamente la mia vita. Sono più di quel che credo,e lo dimostrerò al mondo chi sono .Voglio lasciare un'impronta ovunque andrò , e difficilmente il tempo e il vento cancelleranno.Non è mio ciò che stringo nella mano ma è mio ciò che tengo stretto al cuore. E quando ho un desiderio lo cerco nei nei sogni, e a ogni risveglio e combatterò perché diventi realtà.Dietro di me ho un piccolo paradiso dove mi ci posso rifugiare per sognare per vivere.Che bello sarebbe se ogni mio pensiero prendesse forma.Punto a conquistare la luna se non ci riuscirò avrò comunque vagabondato tra le stelle.Lina Viglione

Lina-solopoesie ha detto...

LADRa di sogni
La mia vita e di sogni e speranze, sono quel caldo rifugio dove tutticorriamo quando la nostra vita diventa un susseguirsi di mancanze non colmate e di bisogni disattesi, ma sono anche una guerriera e non mi arrendo di fronte alle avversità della vita .Sogno anche quando le lacrime bagnano i miei sogni. Io li stendo al sole e torno a sperare, solo così mi aiutano a vivere con gioia nel cuore . Il mondo è un è un atomo impazzito e ruba speranze e sogni " ma po all'improvviso ritornano sempre e mi distraggono, accompagnandomi attraverso i meandri della fantasia, dove tutto diventa possibile e eterno ,dando valore alla realtà. Vengono avanti imperterriti per la loro strada.E io grido al mondo: Vi prego! Se incontrate i miei sogni non fermateli: Vi prego!! essi mi appartengono. Scrive un saggio: “Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d'un sogno è racchiusa la nostra breve vita.Lina Viglione

Lina-solopoesie ha detto...

“Nessuno è perfetto e neppure io lo sono , ma ognuno è unico: questo rende prezioso il dono della nostra esistenza, perché nessuno potrà donare al mondo quello che portiamo noi nel cuore .E ogni anno la primavera torna sempre , per quanto l’inverno sia stato lungo e rigido. C’è una perfezione nel mondo in assoluta , così come c’è dentro di noi. Non bussiamo alle poerte , si aprono da sole se l’energia che abbiamo impegnato è quella che poi ci permette il raccolto!La prossima volta che ci ritroviamo a camminare per strada, anche se siamo vestiti in giacca e cravatta o abbiamo i tacchi a spillo, proviamo a saltellare come fanno i bambini per qualche passo. Non vergogniamoci all’idea di aver avuto ben nascosto il nostro bimbo interiore per giudicarlo subito con dire :“Questo non si deve fare!”. Ricontattiamo il bambino che c’è dentro di noi e dedichiamoli a lui due saltelli: ci troveremo a sorridere e la nostra innocenza sorriderà con no.Esprimiamoci liberamente nel nostro sentire,senza la paura di ciò che sentiamo ,anzi, tutto ciò che non esprimiamo può diventare risentimento verso noi stessi,vero gli altri e il mondo .” Lina Viglione