mercoledì 19 febbraio 2014

TRA' LE MIE POESIE 56

LA VITA CHE VOLEVO IO 
 Il mondo è ricco di cose belle da vedere e da toccare  .Ma le cose più belle le devo  essere  dal  cuore. Io  che ho conosciuto  gioie e dolori ,  
cerco di ricordare solo i momenti di gioia che mi sono serviti per  affrontare il futuro con gioia . I dolori mi sono serviti a rendermi forte .  C'è sempre
 una guida nella vita...il buon senso. Proprio quando credo di trovarmi in una situazione senza via di scampo, quando raggiungo il picco di massima disperazione , con la velocità di una 
raffica di  vento tutto cambia-  mi stravolge, e da un momento
 all'altro mi trovo a vivere una vita come volevo io, che come un il fiume,rinvigorisce di nuovo con le piogge d'ottimismo fatte da   Gocce d'amore.Lina.Viglione 
PENSIERI VAGABONDI 
 Ho una buona memoria e il dimenticatoio vuoto!Amo,ricordarmi tutto. Momenti felici e meno felici .Amo i pensieri- i ricordi- sentire la tristezza di 
quel momento e trasformarla con un sorriso in gioia e speranza , e non abbandonarmi  alla disperazione a causa di ciò che è passato ,
 ma far si che la mia anima rimanga ad aleggiare nei luoghi dove una volta ero felice .!Dalla vita  non  voglio dimenticare nulla di ciò che è stato .
Il passato ha sempre un angolo nel presente e nel futuro! Non a caso,noi Umani siamo provvisti di memoria. Ed io  non voglio voglio recitare il 
copione della vita e camminare tra gli zombi del tempo :La vita è un rebus, la soluzione è ...libertà !Lina.Viglione . 
L'OROLOGIO DELLA VITA 
 C'è chi il tempo lo affida al rumore meccanico di un orologio -c'è chi il tempo lo vede sempre rinchiuso dietro una piccola parete di vetro o
 come come un fiume che trascina le sue acque fino al mare continuando a vivere in esso eternamente. A volte  sembra che il tempo 
non passi mai . E'  come una rondine che fa il nido sulla grondaia, esce ed entra, va e viene, ma sempre sotto i miei occhi. E quante  cose
 accadono davanti ai nostro occhi  quando non è il momento giusto - forse perché solo allora  avevano la possibilità di dimostrare la
 loro importanza. Oggi  oggi tra l'erba verde sulla riva bagnata dai miei  ricordi, si sono liquefatti gli anni che nessuno riesce a ... fermare mai . Lina.viglione.
 LE PAGINE DI UN LIBRO 
Sfogliando le pagine di un libro ci viene da pensare alla vita di ognuno di noi perché in realtà ognuno di noi è uno scrittore - dove  ognuno di 
noi scrive un libro unico nel suo genere, la propria vita -si! perché la vita  è proprio come un grande libro  fatto di tante e tante pagine, in 
cui si rincorrono ricordi di spensieratezza -  felicità -responsabilità- emozioni- sentimenti- gioie - dolori- sofferenze. E ogni tanto qualche pagina è bagnata da lacrime per un amore finito - per un sentimento  ferito. Qualche pagina  è stata
 tirata via, ma il segno del suo strappo è ancora lì. In  altre  ci sono scritti momenti di success-  conquiste-   vittorie. Poi  giorno dopo  troviamo 
sempre una nuova pagina si aggiunge - pagine che hanno formano capitoli-tanti capitoli, uno diverso dall’altro .Ma anche capitoli meravigliosi. Lina.Viglione.
UNA NUOVA ALBA 
 Trà le corde della mia anima  e nel silenzio dei miei pensieri spesso mi smarrisco e rincorro le nuvole . Sono così veloci che mi smarrisco in
 fretta , dimenticando la direzione giusta .Nella nuova alba che mi avvolge raccolgo- ogni attimo- ogni raggio di sole- ogni fragile paura . 
E ogni nota di quella melodia tenuta tra le corde della mia anima trova la pace  nel silenzio dei pensieri. E nella nuova alba che mi avvolge 
saranno  nuovi sogni  al vento che mi apriranno le braccia come una dolce musica che vola. Lina.Viglione.
OLTRE L'INFINITO 
 Le  mie lacrime  scendono come  piccoli rigagnoli d’acqua salata ma dolci. Sono i vestiti dei miei pensieri, mi accarezzano le guance e il cuore.
Arrivano d’improvviso e  mi bagnano il viso,ma non  danno alcun fastidio,non é fragilità ma umanità, é pura realtà per qualcosa o qualcuno,
che arriva o se ne va. Non bagnano il cuore per farlo star male,tutt’altro, lo fanno pulsare  per farlo emozionare. Sono come le acque 
profonde del mare, Sgorgano in silenzio da luoghi sconosciuti e rivelano  a me l'esistenza di sentimenti ignorati.Arrivano in cielo e tornano 
sulla terra come gocce di perle che  umidiscano il mio cuore  quando  indurito  dal dolore  per portare ...Amore . Lina.viglione.
LE INTEMPERIE DELLA VITA .
La vita con le sue intemperie non è mai insignificante- è come un cristallo sfaccettato. Ma se riesco a catturarne le mille iridescenze e
 illuminarlo con la giusta luce,spetta a  me poi  ad attribuirglielo e dargli il giusto valore . Voglio catturare ogni fatto che incocio sulla mia 
strarda e farne tesoro e non pensare come  raggiungere la felicità . La felicità si alterna alla sofferenza.Senza l'una non potrebbe mai 
esistere a l'altra ed è questo il motivo per cui esistono entrambe. La vita è una scalata, quando sono alla base penso che il fine è la vetta,
 poi man mano che salgo fra difficoltà e colpi di fortuna scopro che il fine è stare attenta a dove metto i piedi e fare tesoro delle brutte esperienze
ed evitare le rocce friabili e voltarmi ogni tanto e godermi il panorama .Lina.Viglione.
 VIVO GLI ATTIMI 
Cerco sempre l'attimo, non l'eterno,perchè quell'attimo diventerà per me eterno.E visto che nulla è per sempre in questo Universo, allora vivo 
gli attimi, e li porto con me nell'infinito all'eternità. Comincio a diffondere l'amore per far splendere ogni giorno il sole .Lina.Viglione.
DELEGARE I RICORDI 
Ci sono persone che rifugiandosi dalla vita reale,utilizzano le proprie fantasie per ripararsi in un mondo immaginario. Io da donna coraggiosa 
che sono ,combattendo per quello in cui credevo lo edificai sulla lungimiranza dei miei sogni-Delegai al mio istinto l'arduo compito di gestire
 il futuro-  Delegai al mio cuore il compito di questo dire i ricordi più belli- Delega al presente il compito di emozionarmi per un dolce ricordo,
 di tramutare i sogni  in realtà e di cogliere appieno ciò che né il passato e né il futuro potevano compiere,vivevo e ...vivo di presente. Lina.Viglione.
 MIA DOLCE SOLITUDINE
Quando  la solitudine sembra annientare ogni bellezza,e tutto  risulta inutile, posso ancora amare, senza aspettarmi nessuna ricompensa.
La solitudine  è la mia migliore compagna, quando sempre che tutto diventa negativo sento qualcosa che dentro me dice : resisti Lina arrivera'
 anche il tuo momento .La mia solitudine  non fa domande inopportune e mi da anche le risposte , non è sempre e solo un limite,può rappresentare 
anche il punto di partenza perchè una vita deversa più ricca - più fruttifera- più sensata se voglio riparto da  da qui per poi rinascere ad  è un 
l'inizio migliore. Ma  se  sono in grado di comportarmi in questo modo, la forza dell'amore inizia a trasformare l'Universo intorno a me e
 quando compare  quell'energia riesco sempre a portare a compimento la mia opera. E'l'amore a trasformarlo - perchè l’amore è la magia più 
grande.E non mi resta che ripartire da me da ciò che voglio.E posso scoprirlo solo, stando sola con me in compagnia della ma solitudine.Lina.Viglione.

1 commento:

Lina-solopoesie ha detto...

UNA GIUSTA RIFLESSIONE
IL sogno e la speranza si somigliano,ma per altre si differenziano. Sognare è molto più staccato dalla realtà , invece nella speranza c'è molta più concretezza. Infatti la speranza è legato ad un qualcosa che potrebbe realmente realizzarsi. Il sognare è al di là della speranza,è qualcosa del quale non si può nemmeno sperare data quasi la sua impossibilità di realizzazione. Sogno e speranza si originano entrambe da una mancanza nella realtà presente- della cosa che si desidera,ma mentre il sogno vede la meta lontanissima e forse non possibile da raggiungere,nella speranza,la meta ha molte più possibilità di realizzazione. Si potrebbe anche dire che la loro base di partenza sia simile,ma che le differenzino le reali possibilità di realizzazione .Per fare qualche esempio -prendendo in esame una persona malata,un conto è dire spero di guarire,un' altro è dire sogno di guarire e si potrebbero fare altri esempi,dai quali si può comprendere che la speranza è molto più vicina alla realtà concreta delle cose. ecc. Lina. Viglione.