mercoledì 21 maggio 2014

LA PIETANZA DELL'AMORE

LA MIA LUCE 
Mescolo bene gli ingredienti del mio conoscere,a volte e buona e un' altra e amara , mi stimolano i sensi per riconoscere il vero. Possa la mia minestra dei miei giorni passati ,
****
 avermi lasciato in bocca l'amaro senso del sapore ,affinché i giorni del domani, possano rendermi il dolce di cui sono stata privata. Mi sia nota la mia legge, disse un dì la vita all'uomo:
****
 "Il mio sorriso,altro non è che l'inverso del ghigno e le lacrime il fiume attraverso il quale corre la gioia .Avendo conosciuto anche il dolore oggi vedo la luce .
****
 Non accenderò più nessuna nessuna candela, ma lascerò che le stelle siano il mio varco di luce nel buio.
Lina Viglione. 

1 commento:

Lina-solopoesie ha detto...

LE NOTE DELL'ANIMA.
Ci sono tanti tipi di lacrime, sembra che tutte si assomigliano , ma quella dei dolori è diversa , cada dagli occhi è scende fino al cuore durante il suo passaggio .Poi ci sono lacrime che ci emozionano per una situazione di gioia, toccante, di alta sensibilità e ci troviamo con le lacrime agli occhi senza saperne il perché. In fondo piangere fa bene all'anima aiuta ad alleggerirci lo spirito. Succede quando ci sono fatti troppo grandi per essere contenuti in un semplice sorriso o in una particolare un'emozione , che ci permette di poter godere della felicità del momento. Ogni lacrima che scende ci scalda le guance come una tenera carezza . Che ben vengano le lacrime , e quando la vita ci dà mille ragioni per piangere,dimostriamo che abbiamo mille ed una ragione per sorridere alla vita . Lina Viglione.